I Comitati Locali sono gruppi di studenti la cui aliazione è aperta a tutti gli studenti di fisica che provengono da un’area circoscritta e delimitata (come una particolare Università, ente o istituzione di una città).

[Regolamento Interno AISF, Art. 5.1]

Motivazioni e benefici

I Comitati Locali raccolgono i membri AISF provenienti da uno specifico ateneo o città italiana e assicurano una maggiore presenza dell’Associazione sul territorio nonché una più ampia ed efficace diffusione dei suoi obiettivi. I Comitati Locali hanno maggiori diritti di voto durante le Assemblee Generali (Regolamento Interno, Art. 16.1). Possono, inoltre, organizzare attività ed eventi a propria discrezione, e proporre la propria città per ospitare l’annuale Conferenza Italiana Studenti di Fisica (CISF).

Formare un Comitato Locale

L’Articolo 5.2 del Regolamento Interno regolamenta le modalità di costituzione di un Comitato Locale. Questo deve essere formato da almeno 10 membri e riceve un’affiliazione di prova da parte del Comitato Esecutivo. I Comitati Locali in prova ottengono lo stato di affiliazione completa se deciso nella seguente Assemblea Generale. Il Comitato Locale elegge anche un Presidente, che lo rappresenta e ne coordina le attività, interfacciandosi con il Comitato Esecutivo.

Ogni università ha diritto a creare un suo Comitato Locale; se in una stessa città sono presenti più atenei, i rispettivi Comitati Locali possono coordinarsi e collaborare, mantenendo la propria identità. Se più di un gruppo di membri desidera ottenere la posizione di Comitato Locale per la stessa università, ci si aspetta che questi gruppi di membri risolvano i propri conflitti indipendentemente. Nel frattempo, da procedura standard, non si accetta la candidatura di alcuno.

Il modulo di affiliazione è disponibile qui e deve essere inviato via mail, compilato e firmato, al Comitato Esecutivo.